Sicurezza

La Società Cooperativa Sociale “Marenostrum” grazie alla professionalità ed alla competenza degli esperti del settore di cui si avvale, è in grado di soddisfare tempestivamente tutte le richieste di adeguamento delle aziende alle vigenti norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al D.Lgs 81/08 e s.m.i:

assunzione incarico RSPP
elaborazione del Documento per la Valutazione dei Rischi aggiornato al D.Lgs.81/08
percorsi di formazione lavoratori, antincendio, pronto soccorso, RLS
sorveglianza sanitaria dei lavoratori (mezzi mobili attrezzati)
La sicurezza sul lavoro è un vero e proprio obbligo sancito dal D.lgs 81/08,.

La progettazione della sicurezza ai sensi del decreto in parola  prevede l’esistenza di figure ad hoc addette, ad esempio, al soccorso, alla vigilanza e alla valutazione del rischio. Queste figure specializzate nella sicurezza sul lavoro possono essere interne all’azienda o essere, a seconda dei casi, figure professionali che operano in consulenza. Le figure protagoniste della sicurezza sul lavoro possono avere ruoli differenti: alcune devono sempre essere presenti, la presenza di altre dipende invece dalla natura del lavoro svolto. In ogni luogo di lavoro deve ad esempio esserci un responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) che può coincidere, in alcune tipologie di aziende, con il datore di lavoro previo requisito dell’ avvenuta formazione in materia di sicurezza sul lavoro. La necessità di nominare il medico competente invece dipende dal fatto che vi siano o meno lavoratori per i quali, data la natura delle mansioni, è previsto obbligo di sorveglianza sanitaria.

 

Nell’ottica della prevenzione i lavoratori ricevono un’adeguata formazione sui rischi a cui vanno incontro nel contesto lavorativo in cui operano nonché sui comportamenti da tenere, sull’uso dei dispositivi di protezione e  delle attrezzature il cui uso distorto può comprometterne gravemente l’incolumità fisica.

Allo stesso modo si correranno meno rischi nelle aziende in cui ci sia personale formato in maniera adeguata contro gli incendi o per le manovre di primo soccorso. La legge prevede dunque che i lavoratori siano sempre ben informati e formati in relazione alle loro mansioni.

Il Testo Unico parla proprio di “formazione e informazione” quali segmenti fondamentali nel panorama della sicurezza.

Formazione e informazione che devono prevedere anche l’aggiornamento continuo poiché da una parte il continuo arricchirsi della legislazione e dall’altra le nuove scoperte in campo medico e dei dispositivi di sicurezza fanno sì che il quadro di riferimento sia  in continua evoluzione, con possibilità di incremento costante della sicurezza sul lavoro.

Ogni azienda deve obbligatoriamente avere una persona che sia qualificata come responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP).

Il Testo Unico per la sicurezza individua delle azioni obbligatorie, adempimenti sulla sicurezza sul lavoro, per garantire la tutela dei lavoratori.

La responsabilità nell’osservanza e nella messa in atto di queste misure è segmentata tra varie figure ma il principale responsabile della sicurezza in azienda è comunque il datore di lavoro, in capo al quale ricade la maggior parte degli obblighi. Il primo obbligo al quale il datore di lavoro non può sottrarsi è la valutazione del rischio e la compilazione dello specifico documento (DVR) che indichi le misure di tutela da adottare.

A questo deve seguire anche opportuna informazione e formazione dei lavoratori. Se l’azienda, per la natura del lavoro, richiede una formazione specifica per i lavoratori – ad esempio per coloro che utilizzano muletti o sono a contatto con sostanze chimiche – il datore deve provvedere a garantire la necessaria formazione così come, nel caso che per la tipologia di lavoro sia necessaria la vigilanza sanitaria, dovrà provvedere alla nomina del medico competente.

I percorsi di formazione sono rivolti a tutte le problematiche di salute e sicurezza negli ambienti lavorativi: antincendio, primo soccorso, HACCP.

Ogni percorso formativo è specifico e dettagliato, costruito secondo gli obblighi di legge e valido ai fini del controllo ispettivo.

offre servizi di consulenza sulla sicurezza sul lavoro e formazione per l’adeguamento al Testo unico sicurezza ( Decreto legislativo 81/08 e s.m.)

Le domande più ricorrenti:

Quali sono le novità introdotte dal testo unico sulla Sicurezza sul lavoro?

Le novità sostanziali del testo unico sicurezza sono:

La valutazione del rischio interferenze (DUVRI) che va effettuata nel momento che si danno in appalto lavori di pulizie, manutenzione, ristrutturazione ( ditte edili, imprese di pulizie, condomini )

Oltre alle interferenze che avevo già valutato devo valutare altri rischi?

La valutazione del rischio per le lavoratrici gestanti è stata introdotta dal TU 81/08.

E’ obbligatorio l’RLS?

L’RLS è un diritto dei lavoratori e possono eleggerlo durante la giornata europea sicurezza per l’elezione dell’RLS.

 

Se si decide di non nominare l’RLS cosa bisogna fare?

Qualora la vostra azienda rientri nelle aziende che non sono obbligate ad avere il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza potrete decidere di non nominare l’RLS. Quindi andrà fatta all’inail la comunicazione della mancata elezione dell’RLS.

Ho altri obblighi se l’RLS non è stato nominato?

Se l’RLS non è stato nominato il testo unico sicurezza 81/08 dice che dovranno essere versati all’INAIL una quota pari a due ore anno per ogni lavoratore assunti ( attendiamo maggiori informazioni e decreti attuativi per sapere dove mandare la comunicazione della mancata elezione e dove versare la quota per l’RLS ).

Chi sono gli RLST?

L’rlst è l’rls che viene assegnato automaticamente dall’INAIL alla vostra azienda qualora si sia deciso di non nominare ed eleggere un rls all’interno della vostra azienda. Sono rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriali.

Che funzione ha l’RLST?

Ha tutte le funzioni di un normale rls e può visitare i vostri luoghi di lavoro tramite preavviso che si annulla in caso di infortunio grave.

Che cosa è il DUVRI?

Il duvri è il documento unico valutazione rischi da interferenze introdotto dal testo unico sicurezza 81.

Chi è obbligato ad avere in DUVRI?

Il d.u.v.r.i. deve essere presente nel momento che lavoratori di altre aziende vengano a svolgere dei lavori all’interno della vostra azienda, come ad esempio imprese di pulizia, condomini, ditte edili, ecc.

Che cosa sono le interferenze?

Le interferenze sono quei possibili rischi causati dal lavoro di persone di una azienda all’interno di un’altra azienda.

 

Riferimenti normativi

Valutazione rischi e redazione documentazione
Riferimenti legislativi : Art. 28 D.Lgs. 81/08

formazione antincendio a basso rischio
Riferimenti legislativi : Art. 36, 37 D.Lgs. 81/08, Art. 7 DM 10/03/98

formazione primo soccorso
Riferimenti legislativi : Art. 36, 37 D.Lgs. 81/08, DM 388/2003

formazione per lavoratori
Riferimenti legislativi : Art. 36, 37 D.Lgs. 81/08

redazione piano di emergenza
Riferimenti legislativi : Art. 46 D.Lgs. 81/08 Art. 5 DM 10/03/98

incarico esterno del responsabile del s.p.p
Riferimenti legislativi : Art. 31, 32, 33 D.Lgs. 81/08

sorveglianza sanitaria – nomina medico competente
Riferimenti legislativi : Art. 40 D.Lgs. 81/08

TIPOLOGIA DEI PERCORSI FORMATIVI

v  RLS per il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

v  RSPP per il datore di lavoro D.M. 16-01-1997

Progettato per il datore di lavoro che voglia assumersi in proprio l’incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. Condotto da docenti esperti e qualificati per il rilascio degli attestati obbligatori per essere in regola con il testo unico sicurezza 81.

v  antincendio rischio basso D.M. 10-3-98

v  antincendio rischio medio D.M. 10-3-98

v  antincendio rischio alto D.M. 10-3-9-9

Predisposto per datori di lavoro e lavoratori che rivestono il ruolo di addetto alle misure antincendio rischio medio, basso o alto. Erogati a Roma e provincia ai sensi del D.Lgs 81/08.

v  addetto al primo soccorso

v  aggiornamento primo soccorso

Addetto al primo soccorso, una figura obbligatoria nei luoghi di lavoro secondo il D.M. 388/2003. Le aziende interessate alla formazione e all’aggiornamento sono quelle di tipo A – B – C.

v  formazione e informazione lavoratore

Corso in materia di salute e sicurezza obbligatorio per tutti i lavoratori presenti in azienda (dall’art. 37 del D. Lgs. 81/08).

Facebook

No Comments

Post a Comment